Congresso regionale FAP Marche (Loreto 13 maggio 2018)

 Mozione conclusiva

“Fap Acli: un Sindacato per gli anziani e i pensionati di oggi e di domani, solidale, condiviso e partecipato”
I delegati della FAP Acli delle Marche si sono riuniti a Loreto per il loro congresso regionale in data 13 maggio 2018. Dopo aver discusso i temi contenuti nelle relazioni congressuali del segretario regionale uscente Romolo Uncini e del segretario nazionale Serafino Zilio, i delegati della FAP Marche si impegnano a rafforzare nel territorio marchigiano la presenza di un Sindacato per gli anziani e i pensionati di oggi e di domani, per un sindacato solidale, condiviso e partecipato. La FAP delle Acli ha a cuore la rappresentanza dei pensionati e si pone l’obiettivo di salvaguardare i loro diritti previdenziali e assistenziali e di rappresentarli nella programmazione dei servizi sociali a livello locale. In Italia il tasso di disoccupazione è ancora insopportabilmente troppo alto, soprattutto al Sud e fra i giovani. Per rilanciare l’occupazione fondamentale è il ruolo dell’Europa. L’obiettivo di aumentare l’occupazione che l’Europa si è data è stato raggiunto solo in alcuni Paesi. In Italia il tasso di occupazione è ancora troppo basso, mentre è cresciuto notevolmente negli ultimi anni il lavoro precario. Il processo di impoverimento non ha colpito soltanto coloro che hanno perso il posto di lavoro a causa della crisi, ma anche i pensionati e tutti i lavoratori. Servono politiche di crescita improntate a maggiore equità e basate su un modello di sviluppo più sostenibile a livello sociale. I legami inter-generazionali, in una società come quella italiana che non lascia spazio ai giovani, gli anziani possono essere una risorsa fondamentale, ma devono riuscire a realizzare un dialogo con le nuove generazioni. Solo da una alleanza fra le diverse generazioni, che riesca a valorizzare le capacità di giovani e anziani, si potranno ottenere le risorse necessarie per impedire il declino del nostro Paese. Il forte processo di invecchiamento della popolazione pone il nostro sistema di Welfare di fronte a una sfida difficile. Il nostro Paese deve fornire una adeguata e organica offerta di cura e assistenza per gli ultrasettantenni, aumentando le risorse stanziate per un fenomeno sociale, quello della non autosufficienza, che ormai sta assumendo dimensioni sempre più grandi. L’allungamento della vita non è un peso per la società, ma un grande fattore di sviluppo, purché si realizzi un “invecchiamento attivo” che permetta agli anziani di essere partecipi di quella “cittadinanza attiva” voluta dalle Acli. La realizzazione di un invecchiamento attivo è il principale obiettivo della FAP delle Marche. Vogliamo dare continuità alla vita sociale degli anziani promuovendo iniziative su vari versanti: 1) la promozione dello sport e dell’attività fisica; 2) l’informazione e la formazione sulle nuove tecnologie; 3) la pratica di un tempo libero finalizzato alla crescita di una vita culturale attiva.
 

Dopo il 3° Congresso regionale celebrato il 13 maggio alla presenza del Segretario nazionale FAP Serafino Zilio, il Comitato regionale eletto si è riunito in data 24 maggio per eleggere il nuovo segretario regionale della FAP e la nuova segreteria. Il comitato regionale ha votato all’unanimità per la conferma di Romolo Uncini a Segretario regionale della FAP ACLI. 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *