ADDIO A GALLIANO BROCCHINI, UN PEZZO DI STORIA DELLE ACLI: IL RICORDO DI FRANCO PORCELLI

Il 23 dicembre scorso si è portato via Galliano Brocchini, uomo buono e schivo quanto generoso nel prestarsi agli altri. A tutto tondo è stato personalità di spicco del mondo magistrale e, insieme, delle ACLI nonché della storia politica senigalliese.

Per tanti anni l’ho avuto amico e prezioso punto di riferimento anche dialettico. Prima nell’Azione Cattolica e poi per tutto il resto. Sui suoi libri mi sono preparato al concorso magistrale che mi ha offerto l’opportuna sistemazione; nel successivo biennio 1967/’68 dal Centro diocesano della GIAC partivo per confrontarmi con lui allora Presidente della Giunta diocesana dell’A. C. E poi le serrate interlocuzioni di cui, in uno col mondo politico, l’ho fatto destinatario quando da Assessore comunale alla Pubblica Istruzione era tutto intento ad ideare e a mettere a punto il progetto del ‘Campus scolastico’, oggi un’eccellente risorsa a disposizione del territorio miseno.
 
In seguito vennero gli anni della Presidenza del Distretto scolastico n. 6 a cui si aggiunse anche il sottoscritto come componente di Giunta. Infine e soprattutto non è possibile tacere il suo servizio pluriennale e senza risparmio che ha profuso per le ACLI, innanzitutto al Circolo cittadino “U. Ravetta” facendosi anche sostenitore della costruzione dell’annesso bocciodromo e poi, a lungo, alla Presidenza provinciale anconetana.
 
Di tutto questo c’è da essergli sempre riconoscenti. Ma io, con l’unita foto, preferisco riandare ai suoi primi anni giovanili quando, oratoriano tra gli oratoriani, alla Festa del S. Cuore era sempre pronto ad offrirsi per aiutare a mettere in campo la squadra dei ‘portantini’ che avrebbero dovuto portarne la statua in processione per le vie cittadine.
 
Ancora grazie di tutto e ciao Galliano!
 
Franco Porcelli

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *