BONUS ANZIANI 2021 erogato da CASSACOLF

Il bonus anziani è una misura di sostegno incentivata  da CASSACOLF (Ente istituito dal Contratto Collettivo Nazionale per il lavoro domestico) e rivolta a dare un aiuto economico alle persone non autosufficienti e alle loro famiglie che hanno assunto colf e badanti.

Questa misura è in vigore dal 1° Luglio 2021 e ad oggi, non vi sono limiti massimi da rispettare per l’inoltro della domanda, previa verifica dei requisiti di accesso

 

  1. CONTRIBUTO PER LA BADANTE

Il datore di lavoro domestico che diventa non autosufficiente può ottenere, da CASSACOLF, un rimborso spese da 300,00 euro al mese per 12 mensilità consecutive  che serve a coprire, almeno in parte, i costi di una badante. L’importo massimo per tale misura è di 3.600,00 euro.

I requisiti per accedere al contributo:

  1. essere iscritti a CASSACOLF ed essere in regola con i versamenti della contribuzione alla cassa ( è necessario aver versato i contributi a CASSACOLF, con continuità, nei quattro trimestri precedenti);
  2. non aver compiuto, al momento dell’iscrizione alla Cassa, l’età di 67 anni  ed essere in condizioni di autosufficienza: in pratica, se l’interessato avesse già compiuto 67 anni e non fosse mai stato iscritto a CASSACOLF, anche se diventa non autosufficiente successivamente, non potrà avere il contributo; potrà essere beneficiario, invece, chi risulta già presente nell’anagrafica di CASSACOLF

Come richiedere il bonus di 3.600,00 euro

Per ottenere il bonus, dopo aver controllato i requisiti, bisogna fare domanda per iscritto alla CASSACOLF ed inviarlo tramite e-mail al seguente indirizzo: pratichedatori@cassacolf.it

Alla domanda bisogna allegare diversi documenti:

  • il questionario compilato attentamente dal medico curante che certifichi la non autosufficienza,
  • la documentazione delle patologie dell’anziano ed eventuale il verbale della commissione medica di invalidità civile che attesti la non capacità a compiere gli atti quotidiani della vita come lavarsi, vestirsi, mangiare e con necessità di una persona che lo assisti.

CASSACOLF incaricherà un medico con specifica esperienza che analizzerà le richieste pervenute, e si pronuncerà sulla base della documentazione prodotta in merito allo stato di non autosufficienza permanente del richiedente.

 

CONTRIBUTO PER PAGARE LA SOSTITUTA COLF, BADANTE, BABYSITTER in maternità

CASSACOLF riconosce un’indennità una tantum da 300,00 euro per aiutare le famiglie a pagare una sostituta quando la colf, la baby-sitter o la badante va in maternità.

L’aiuto per la sostituzione della lavoratrice domestica-assistente familiare che va in maternità viene erogato:

  1. se l’interessato è in regola con i versamenti CASSACOLF;
  2. se la sostituta o il sostituto risultano assunti regolarmente, anche con un rapporto di breve durata.

Come richiedere una tantum di 300,00 euro

Per ottenere l’una tantum, dopo aver controllato i requisiti, bisogna fare domanda per iscritto alla CASSACOLF ed inviarlo tramite e-mail al seguente indirizzo: pratichedatori@cassacolf.it

Il richiedente, al momento della richiesta, deve presentare la documentazione che attesti l’avvenuta assunzione del lavoratore sostituto (lettera di assunzione, denuncia di instaurazione rapporto INPS, prospetti paga e/o ricevute di pagamento bollettino trimestrale INPS)

 

PER ENTRAMBI I CONTRIBUTI:  ove venisse accertato il diritto alla prestazione in favore del richiedente da parte di CASSACOLF questa decorrerà dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

 

 

…. e se ti servisse aiuto?

Puoi fissare un appuntamento con il MONDO COLF del Patronato ACLI al numero 071/2070939 che svolgerà per te la procedura per la domanda ed, essendo socio della FAP ACLI , ti applicherà lo sconto del 10% sul costo del servizio.

Condividi sui tuoi social network preferiti!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Accetto la Privacy Policy