CIRCOLO ACLI ANCONA: LA RIPARTENZA PASSA DALLA CONDIVISIONE

I Circoli ACLI e tutti i centri sociali, culturali e ricreativi delle Marche hanno ripreso la loro attività a partire dal 1 giugno 2020, dopo la firma del Presidente Ceriscioli del decreto che ne autorizzava l’apertura.

Dalla cura degli ospedali, si è passati alla cura della comunità a partire dalla relazione, dallo stare assieme rispettando con estrema attenzione la sicurezza. “È certamente una grande sfida che tutte le associazioni marchigiane condividono” aveva affermato il Presidente regionale delle ACLI Marche Maurizio Tomassini, uno dei primi a portare all’attenzione degli organi regionali la questione dell’apertura dei circoli sociali e ricreativi.

Ora, dopo più di un mese di attività, non senza difficoltà, i dirigenti dei circoli ACLI della provincia di Ancona, si sono ritrovati per fare il punto ma soprattutto per ritrovare la motivazione, lo spirito giusto per svolgere l’azione sociale a cui sono vocati. Si è svolto infatti sabato 18 luglio, presso il circolo ACLI di Castelferretti a Falconara, l’incontro dei presidenti dei circoli ACLI della provincia di Ancona.

L’invito all’incontro è partito dal presidente provinciale delle ACLI Anconetane Roberto Petraccini, che ha chiamato a raccolta tutti i presidenti ed i componenti il consiglio provinciale. Oltre a confrontarsi sulle problematiche e sulle norme, non ultime quelle per poter riprendere il gioco delle carte, si è parlato di futuro, di iniziative, della ripresa del cammino congressuale sospeso a causa del Covid.

La spinta alla riflessione ed alla condivisione, è venuta anche dalla presenza del vice presidente nazionale Emiliano Manfredonia, che nell’occasione ha presentato il suo libro che racconta appunto la vita dei circoli. Numerosa la partecipazione e soddisfazione di tutti. Il dibattito, coinvolgente e partecipato, ha sottolineato che le difficoltà non mancano, ma tutti sono tornati a casa con un grosso stimolo alla ripartenza ed a fare “bene il bene”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Accetto la Privacy Policy