DECRETO DIGNITA’: IL GIOCO D’AZZARDO

Riprendiamo con il 2° punto del decreto dignità riguardo la pubblicità sul gioco d’azzardo.

Pugno duro anche per quanto riguarda le misure per il contrasto alla ludopatia: il decreto, infatti, dalla sua data di entrata in vigore, vieta qualsiasi forma di pubblicità, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro, comunque effettuata e su qualunque mezzo, incluse manifestazioni sportive, culturali o artistiche, trasmissioni televisive o radiofoniche, stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni e internet. Dal 1° gennaio del prossimo anno, inoltre, il divieto si applicherà anche alle sponsorizzazioni di eventi, attività, manifestazioni, programmi, prodotti o servizi e a tutte le altre forme di comunicazione di contenuto promozionale, comprese le citazioni visive e acustiche e la sovrimpressione del nome, marchio, simboli, attività o prodotti.Dal divieto sono fatti salvi solo la Lotteria Italia e le manifestazioni di sorte locali. Restano, inoltre, salvi i contratti in essere che saranno soggetti alla normativa anteriormente vigente fino alla loro scadenza e comunque per non oltre un anno dalla data di entrata in vigore del decreto dignità. L’inosservanza del divieto comporta sanzioni nella misura del 5% del valore della sponsorizzazione o della pubblicità e, in ogni caso, non inferiore a 50.000 per ogni violazione. Tali proventi saranno destinati ad alimentare il fondo per il contrasto al gioco d’azzardo patologico.Per ovviare ai maggiori oneri derivanti dall’introduzione del divieto, stimati in 147 milioni di euro per l’anno 2019 e in 198 milioni di euro dall’anno 2020, si prevede una maggiorazione del prelievo erariale sulle vincite di slot e video lotteries che passa al 19,25% e al 6,25%. Le Acli provinciali di Ancona per quanto riguarda le slot machine, sono ormai  da diversi anni che incentiva i circoli a non usufruire di queste macchine, in quanto ritengono che possono nuocere gravemente la salute dei nostri soci.

Condividi sui tuoi social network preferiti!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Accetto la Privacy Policy