LE APP CONTRO IL COVID-19 SPIEGATE CON UN FUMETTO

La fase 2 della lotta contro la diffusione del virus Covid-19 è sempre più vicina a noi, insieme al conseguente graduale ripristino della libertà di circolazione che riguarderà i cittadini di tutt’Italia. In questo percorso verso il ritorno alla normalità uno dei più importanti temi ormai da giorni al centro dell’opinione pubblica è quello delle applicazioni per il tracciamento dei contagi. Tali applicazioni, in fase di sviluppo in molti Stati secondo protocolli europei e internazionali, hanno il complesso compito di raggiungere un significativo bacino di utenti che ne permetta l’efficacia, proteggendo al tempo stesso la privacy e i dati personali di chi le usa. In Italia l’app scelta dal Governo è Immuni, realizzata dalla software house milanese Bending Spoons.

Inizialmente l’app si sarebbe dovuta basare sul protocollo del consorzio europeo PEPP-PT, un protocollo dotato di una raccolta centralizzata dei dati degli utenti, la quale ha ricevuto diverse critiche da parte di esperti di sicurezza informatica. Nelle ultime ore, tuttavia, in accordo con il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, Bending Spoons ha deciso di virare verso l’adozione del protocollo DP-3T, sostenuto da Google e Apple, decentralizzato e quindi più sicuro per la protezione dei dati dei singoli cittadini. Il fumettista Nicky Case ne ha spiegato il funzionamento con un fumetto di pubblico dominio, la cui redistribuzione è libera.

Sfoglia la gallery per leggere il fumetto

previous arrow
next arrow
Slider
Condividi sui tuoi social network preferiti!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Accetto la Privacy Policy