PUNTO FAMIGLIA ACLI ANCONA: STUDIARE È UN INVESTIMENTO SUL FUTURO

In Italia studiare costa, lo confermano i dati Istat. Il costo stimato per un figlio,cambia per ciclo scolastico, e alla spesa per i libri si devono aggiungere trasporti e materiale didattico. Per i bambini della scuola primaria i libri sono gratuiti, ma la cifra da mettere in budget, tra zaino, astuccio, quaderni, copertine, colori e materiali vari, è in media di 200 euro l’anno, senza considerare eventuali servizi mensa o dopo scuola. Con il passaggio alla scuola media e superiore il costo dei libri di testo comincia a pesare: sono circa 300 euro in più. Il passaggio successivo all’università è uno scoglio per molti e ha un costo variabile a seconda dell’ateneo scelto,privato e pubblico, della fascia di reddito e della distanza. Se poi si prosegue oltre,frequentando un master post laurea, tutto il percorso di istruzione può arrivare a costare 100- 120 mila euro, quanto una casa di proprietà in provincia!  Ma oltre alla soddisfazione di aver seguito le propensioni dei figli c’è di più. Alcuni recenti studi internazionali (education at glance 2016, Oecd) Mostrano che il tasso di rendimento di un diploma o di una laurea, nella vita lavorativa, è tra il 7% e il 9% annuo superiore cioè a quelli di qualsiasi altra attività finanziaria, oltre ad essere, da sempre, lo strumento mobilità sociale per eccellenza.

Condividi sui tuoi social network preferiti!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Accetto la Privacy Policy